Make your own free website on Tripod.com

SCUOLE VELA A SCUOLA!

 

Questo spazio dovrebbe essere riservato alle notizie che riguardano la classe FJ, invece questo mese trattiamo un argomento che per ora sfiora solamente la nostra barca ma che pensiamo debba essere portato a conoscenza di tutti gli amici. Il numero di Marzo 1998 di Sport Vela, ovvero il vecchio "Bollettino Federale" ora "newsletter", sul retro della copertina riporta un articolo molto interessante intitolato "A scuola con la FIV". L'articolo illustra l'ingresso della Vela nelle scuole italiane come disciplina sportiva. Sappiamo benissimo che la Federazione cercherà di "sponsorizzare" le Classi di interesse federale, ma sappiamo altrettanto bene che un FJ per Scuola Vela costa quanto un Optimist "monotipo" (se non un poco meno) e per questa ragione è tuttora adottato da molte Scuole Vela, in particolare dalle Scuole Vela private ed i villaggi vacanze. Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che sia negli Stati Uniti che in Giappone la grande maggioranza degli Istituti Superiori e delle Università adottano il FJ quale barca scuola e per le regate "Intercolleggiate". Il dato è confermato dal notiziario "Snipe News" che riporta un calo nella costruzione di nuovi scafi di Snipe in Estremo Oriente dovuto in parte al fatto che il FJ è preferito dalle Scuole Superiori quale scafo adatto per attività sportiva, infatti lo scorso anno sono stati stazzati in Giappone 70, sì settanta!, nuovi FJ.

Oltretutto in Giappone nella sua attività di sport scolastico, effettua scambi anche con Istituti della Corea e della Russia che si affaccia sul Pacifico permettendo così la diffusione del FJ anche in quelle nazioni. Tutto questo discorso per invitare gli Istruttori Federali che hanno ancora FJ nei loro Circoli a farsi avanti e cercare di continuare ad utilizzare e magari anche diffondere ancor più il FJ: senza dubbio la barca più economica e più longeva che possiamo trovare oggigiorno.

L'invito è rivolto anche alla Federazione, è necessario prendere atto di quello che accade nei Club meno "ricchi", ovvero nella stragrande maggioranza delle Società affiliate; se dopo venti anni di esclusione dalle "politiche" federali ci sono ancora dei FJ utilizzati da Scuole Vela, una ragione ci deve essere!

 

(Fare Vela - Luglio 1998)